Simona Lupi

Matrimonio sulla spiaggia

matrimonio_spiaggia

Come organizzare un suggestivo matrimonio sulla spiaggia?

Se il matrimonio tradizionale non fa per te, allora puoi organizzare un originale matrimonio sulla spiaggia:
è meno complicato di quanto pensi, e piuttosto facile da pianificare, guarda il video alla destra del blog!

Come suggerisco nel video, puoi inviare come invito una pergamena arrotolata in una piccola bottiglia, con un po ‘di sabbia al suo interno: è sicuramente un invito simpatico e non convenzionale, che darà ai tuoi ospiti l’idea che ci sarà un matrimonio sulla spiaggia.

Questo gadget è facile da trovare, grazie a tutte le coste che abbiamo nel nostro paese!

L’abbigliamento di sposi e ospiti non dovrà essere elaborato, e potrà essere comunque molto elegante anche se semplice: tu puoi indossare un abito rinascimentale tutto svolazzante, o un abito da sirena,o semplicemente un modello a sottoveste; anche lo sposo può indossare un abito tutto bianco.

La tua acconciatura può essere liscia o mossa, sciolta o raccolta, ma molto semplice; come ornamento aggiungerai solo
un fiore fresco tra i capelli, o una coroncina di fiori.

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.392438880842234.93664.376681355751320&type=1

Per il bouquet e le decorazioni mescolerai i fiori tropicali con qualche elemento che ricordi la fauna marina, come conchiglie e stelle marine.

Ma… è permesso sposarsi su una spiaggia italiana? Sì certo: tanti comuni italiani marittimi hanno concesso alle coppie
la possibilità di celebrare il rito civile sulla spiaggia, davanti ad un ufficiale comunale. Sposarsi in spiaggia è quindi possibile, tuttavia bisogna muoversi in tempo, perché l’iter non è semplicissimo, come rivelo in questo articolo:

Non si può invece celebrare in spiaggia il matrimonio religioso: la maggior parte delle curie infatti stabilisce che ci si può sposare in un solo luogo di culto, la chiesa. Ma puoi sempre metterti d’accordo con il parroco, che può venire a fare una benedizione dopo il rito in chiesa, per non rinunciare del tutto all’atmosfera suggestiva del matrimonio in riva al mare.

Una volta ottenuti tutti i permessi, quale location scegliere?
In Italia molti stabilimenti balneari si sono già adattati a questo trend, offrendo alle coppie i loro spazi per il ricevimento: moltissimi chalet hanno piscina e ristorante, e diventano ottimi luoghi di ricevimento per un cocktail, o per un aperitivo a bordo piscina, e successiva cena in mezzo alla sabbia, o su una piattaforma che guarda il mare.

Anche nello chalet più spartano ed essenziale, ti sarà facile creare una suggestiva atmosfera tropicale di grandissimo effetto,
come se ti sposassi alle Hawaii o alle Maldive: ti basteranno candele, conchiglie, torce, e pochi altri oggetti minimali.

Ad esempio, se farai un ricevimento al tramonto, puoi decorare il posto con alcune tealight, e posizionarle nella sabbia. Puoi coprire i tavoli con tovaglie bianche, e aggiungervi piccole rocce, pietre trasparenti o conchiglie per rendere lo stato d’animo più “da spiaggia”. Una bella idea è anche quella di mettere delle ciotole marmorizzate con candele galleggianti.

Per il bouquet e le decorazioni utilizza fiori tropicali: la scelta è infinita, fra calla, anturium, rafflesia, fior di loto asiatico, fuchsia, passiflora, ibisco, ninfea, orchidea, magnolia, bouganvillea, fiori di limone, fiori di arancio, fiori di banano, fiori di melograno, rosa del deserto ecc. Aggiungi sedie e poltroncine di bambù o rattan per mantenere questo tema tropicale.

Scegliendo questo incantevole tipo di cerimonia, trascorrerai con i tuoi ospiti dei momenti davvero indimenticabili! Quindi, se vuoi sposarti in riva al mare, sappi che ora puoi realizzare il tuo sogno: per scoprire l’iter burocratico, le spiagge dove è consentito sposarsi, i permessi ecc., o vuoi il mio aiuto per realizzare questo tipo di cerimonia, scrivimi a simona@matrimoniodafiaba.it

Matrimonio anni ’50

matrimonio_cinquanta

Oggi ti darò alcune idee per realizzare un altro tema nuovamente molto richiesto per il 2015: il matrimonio stile anni ’50.

Gli anni ’50 sono gli anni delle pin-up e dei juke-box, delle lambrette e del rock n’ roll, dell’eye liner, la brillantina e i nastri tra i capelli. Negli anni ‘50 la moda torna femminilissima dopo gli anni bui della guerra, le donne scoprono spalle e decolletè, e indossano pois, quadretti, bustini, e soprattutto le gonne a ruota, sostenute da sottogonne formate da vari strati di tulle. La diva icona degli anni ’50 è la splendida Marylin Monroe.Guarda il video!


Puoi realizzare il tuo matrimonio anni ’50 ispirandoti a due diversi stili: lo stile Happy days, e lo stile diva di Hollywood.

Qualunque sia il tuo stile, l’abito da sposa anni ’50 sarà un abito di seta senza spalline, con gonna a ruota, sottogonna con diversi strati di tulle, corpetto ben attillato in vita, completato da un elegante bolero, un cache-coeur di cashemire, o una stola di pelliccia; velo corto, o cappellino con veletta. Guarda l’album “Matrimonio anni ’50”!

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.400897189996403.95349.376681355751320&type=1

Se sei una sposa glamour, potrai impreziosire l’abito con inserti gioiello, perle o cristalli.
Sì ai sandali gioiello con cristalli, anello e orecchini di diamanti o perle preziose, trucco e capelli con strass e glitter, stando attenta a non cadere nel volgare. Bouquet di rose o di calle bianche impreziosite da perle e brillanti Swarovski

La tua auto sarà una limousine, una macchina da “star”, che dopo il rito civile o religioso, ti accompagnerà nella location da sogno: un Grand Hotel cinque stelle lusso in centro città, dove offrirai un cocktail di benvenuto in stile Hollywood, cena placé con ricco menù, champagne e mise en place sofisticate, arricchite da giochi di specchi, candelabri d’argento, diamanti di varie dimensioni e ferma tovaglioli gioiello.

Il servizio fotografico avrà una grafica sofisticata in stile reportage, da vera diva del cinema.

Se invece sarai una sposa Happy days, sceglierai inviti tradizionali in corsivo inglese, o colorati come il tableau per fare subito fifties.

Per il trucco userai eyeliner nero, tanto mascara o ciglia finte, e rossetto rosso fuoco. Per le scarpe, puoi osare colori brillanti o fantasie a pois, o allegri quadretti Vichy.

Arriverai in chiesa, o al municipio, su una Cadillac modello old America, o perché no a bordo dell‘intramontabile Vespa, il cui mito nasceva proprio negli anni ’50!

Prima del pranzo, un goloso candy buffet dall’aspetto retrò di un negozio di dolci vecchio stile:
è un dettaglio vintage indovinatissimo: bastano un tavolo, grandi barattoli di vetro
tante caramelle e lecca-lecca colorati, in nuance con le tinte che hai scelto per l’allestimento.

Per la musica affitterai il juke-box, o ingaggerai una band rockabilly, che abbia in repertorio almeno i Platters e il mitico Elvis Presley. Se non l’hai ancora fatto, guarda il video!

Come sempre, il mio consiglio è di non inserire troppi simboli del matrimonio che vuoi realizzare: mescolando senza criterio stoffe a pois, hot dogs, tovaglie a quadretti e cadillac rosa, il risultato non sarà un matrimonio anni ’50, ma…una festa in maschera!

Hai qualche domanda sul matrimonio anni ’50? Scrivimi a simona@matrimoniodafiaba.it

Scroll To Top